Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
17 settembre 2011 6 17 /09 /settembre /2011 13:08

INTRODUZIONE

 

Nel mio ruolo di Presidente e di rappresentante per L'italia della Letteratura odierna, mi faccio carico di introdurre una più approfondita indagine tra le due culture, rappresentative oggi di un ruolo preminente, riguardo la globalizzazione e la necessità di cooperazione e integrazione con altri popoli.

In linea diretta con l'Ecuador, la prima edizione di questo importante Premio Letterario va a cercare il "Tema" della fratellanza e della Pace, ma anche di un nuovo modo di concepire il mondo sotto il profilo dell'adeguamento ai tempi della Storia che risultano  - orizzonti più ravvicinati - alle nuove verifiche culturali e umane proiettate nel Terzo millennio. Una ricca sortita di nomi, anche stranieri si è presentata oggi all'appuntamento con un Premio letterario Internazionale di cui il Consolato Ecuadoriano, (nella persona della Console: Dott.ssa Narcisa Soria Valencia), si è fatto promotore e portatore di valori intellettuali inalienabili ed eterni, come quelli poetici.

Ci hanno voluto onorare con la loro presenza partecipativa moltissimi autori del momento, perciò abbiamo dovuto effettuare una lacerante selezione.

La scelta è il frutto di una grande e appassionata analisi sui contenuti e sulle forme, che respingono il minimalismo  e il linguaggio <poetichese> degli sperimentalisti ad oltranza, per decifrare la sigla più opportuna e qualificata da passare al vaglio storico.

Mi sento in obbligo di ringraziare vivamente l'Organzzazione culturale che fa capo a codesta iniziativa, così puntigliosa e non usuale nel contesto civile di due nazioni che, pur distanti tra loro, si dichiarano apertamenti sodali da condividere gli stessi progetti e programmi culturali, che sono della massima importanza per il prosieguo delle generazioni che verranno e per quelle che in tal modo testimoniano la cultura e la presenza cronologica della stessa. Un grazie sentito da parte mia e un <ad meliora>.   

                                                                            

                                                                                Prof.ssa Ninnj Di Stefano Busà 

Condividi post

Repost 0

commenti