Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
22 marzo 2010 1 22 /03 /marzo /2010 13:50

di Ninnj Di Stefano Busà

INGREDIENTI: 300 gr. di farina, 300 gr. di zucchero, 300 gr. di ricotta, tre uova, tre limoni, 30 gr. di burro, 3 cucchiai di mandorle tostate, 1 bustina di lievito, 2 cucchiai di miele, un pizzico di sale.


Setacciate la farina insieme al lievito e mettetela in una ciotola, unitevi i tuorli sbattuti, lo zucchero, la ricotta lavorata precedentemente con la forchetta per qualche minuto, e infine poco alla volta incorporatevi il succo dei limoni. Sbattete a neve fermissima gli albumi con un pizzico di sale (perché montino meglio), incorporateli al composto e lavoratelo bene per alcuni minuti, finché risulti omogeneo e liscio. Imburrate e infarinate una tortiera col fondo sganciabile. Versatevi l'impasto e ponete in forno preriscaldato a 180° per 45 minuti. Intanto che la torta si raffredda, fate diluire in un padellino antiaderente il miele con 2 cucchiai di Brandy, spalmatelo sulla superficie della torta e cospargete le mandorle tostate e pestate col batticarne grossolanamente. Servite con un Moscato di Trani o uno Spumante Cartizze un po' refrigerati.

Repost 0
Published by VolaPoesia - in Dolci
scrivi un commento
22 marzo 2010 1 22 /03 /marzo /2010 13:36

di Ninnj Di Stefano Busà

INGREDIENTI: 150 gr. di farina, 80 gr. di zucchero semolato, 80 gr. di gherigli di noci, 80 gr. di burro, 40 gr. di scorzetta d'arancia candita, 2 cucchiai di pinoli, 2 cucchiai di uvetta sultanina, 1 uovo, 1 bustina di lievito, un bicchierino di Maraschino.

Fate ammorbidire e macerate l'uvetta insieme ai canditi tagliati a piccolissimi pezzetti nel Maraschino. Mettere il burro fuso in una terrina incorporarvi lo zucchero, l'uovo, un pizzico di sale e infine la farina a pioggia setacciata col lievito, aggiungere le noci tritate o pestate, i pinoli, l'uvetta e i canditi insieme al liquore di macerazione e lavorate bene l'impasto per alcuni minuti. Imburrate e infarinate una tortiera col fondo sganciabile versatevi il composto e cuocete in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti. estraete la torta, fatela raffreddare e accompagnatela con un Moscato d'Asti o un Vin Santo della Toscana.

Repost 0
Published by VolaPoesia - in Dolci
scrivi un commento
22 marzo 2010 1 22 /03 /marzo /2010 13:06

di Ninnj Di Stefano Busà

INGREDIENTI: una confezione da 400 gr. di pasta frolla pronta surgelata, 200 gr. di confettura di arance, 200 gr. di confettura di mirtilli, 200 gr. di amaretti, 2 cucchiai di pinoli tostati, 4 cucchiai di Liquore Amaretto di Saronno, 40 gr. di burro, 1 cucchiaino di vaniglia in polvere, mezzo cucchiaino di cannella in polvere, 1 cucchiaio di farina, una noce di burro per ungere lo stampo.

Mescolate in una ciotola le due confetture con il liquore, aggiungete la vaniglia, la cannella, il burro fuso. Stendere la pasta sfoglia sulla spianatoia, punzecchiatela coi rebbi di forchetta e sistematela in uno stampo da 24 cm con il fondo sganciabile imburrato e infarinato. Versare uno strato di confettura mista sulla sfoglia, adagiare su questa uno strato di amaretti, che passerete prima appena appena per un attimo nel liquore, poi ancora un altro strato di confettura mista e terminate con i rimanenti amaretti, spruzzati di liquore. Cospargete la superficie con i pinoli tostati (fatelo in un padellino antiaderente, senza alcun condimento). Ripiegate la pasta frolla eccedente all' interno della torta, pizzicandola a mò di cordoncino per sigillarla meglio. Ponetela in forno a 200° per 40 minuti. Fatela taffreddare e servitela con un Passito Caluso o un Greco di Gerace. 

Repost 0
Published by VolaPoesia - in Dolci
scrivi un commento
22 marzo 2010 1 22 /03 /marzo /2010 10:52

di Ninnj Di Stefano Busà

INGREDIENTI: 500 gr. di porri, 50 gr. di farina, tre quarti di latte, 1 litro  e mezzo di brodo, 1 bicchiere di panna liquida, 1 cucchiaio di maggiorana, alcune foglioline di cerfoglio, 4 fili di erba cipollina, 1 pizzico di timo secco, 1 pizzico di noce moscata, 60 gr. di pecorino toscano grattugiato, sale e pepe.

Pulire e mondare i porri, escludendo le parti verdi più dure e utilizzando solo la parte bianca. Lessarli per 10 minuti in acqua bollente salata. Scolarli, asciugarli su un telo da cucina e farli rosolare in un tegame con una noce di burro, sale e pepe. Preparare una besciamella: facendo fondere un'altra noce di burro in un piccolo tegame, incorporatevi la farina, il latte un po' alla volta, a filo, e fuori dalla fiamma per evitare grumi, unire la noce moscata, il cerfoglio, la maggiorana e il timo. Fate cuocere per qualche minutio finché non si addensi e diventi una crema omogenea.
Incorporare questo composto ai porri e lasciar cuocere per 15 minuti mescolando spesso e aggiungendo, se necessario, un po' di brodo. Completare la cottura all'ultimo minuto con la panna liquida bollente. Cospargere di erba cipollina tagliuzzata finissima e di pecorino grattugiato e servire la zuppa caldissima con un Corvo Bianco di Casteldaccia.

Repost 0
Published by VolaPoesia - in Zuppe
scrivi un commento
22 marzo 2010 1 22 /03 /marzo /2010 10:35

di Ninnj Di Stefano Busà

INGREDIENTI: 400 gr. di fave fresche sgranate, 80 gr. di pancetta tagliata spessa, 1 grossa cipolla, 1 noce di burro,1 cucchiaio di prezzemolo tritato, 1 litro e mezzo di brodo vegetale ( o di dado), olio extravergine di oliva, sale e pepe.

Affettate la cipolla e la pancetta a dadini, fatele soffriggere in un tegame con 4 cucchiaio d'olio e la noce di burro per alcuni minuti. Quando il soffritto risulta ammorbidito aggiungete le fave sgusciate, farle saltare un paio di minuti insieme al composto per insaporirle, aggiungere il brodo vegetale e lasciare cuocere per 20 minuti, o fintanto che le fave non siano morbide. Togliere dal fuoco e versare in una zuppiera. Cospargeere di abbondante pecorino grattugiato e di prezzemolo tritato finissimo. Servire bollente con un Solopaga Bianco.

Repost 0
Published by VolaPoesia - in Zuppe
scrivi un commento
21 marzo 2010 7 21 /03 /marzo /2010 16:01

di Ninnj Di Stefano Busà

INGREDIENTI:  mezzo bicchiere di panna, 2 yogurt neutri (del tipo greco), 4 mezze pesche sciroppate, 100 gr. di zucchero, 1 cucchiaino di amaretti sminuzzati, 2 cucchiai di nocciole, mezzo bicchierino di Brandy.

Mettete nel mixer tutti gli ingredienti insieme allo sciroppo di pesche e  2 mezze pesche sciroppate. Tenete da parte per guarizione le altre due mezze. Frullate per un paio di minuti, versate il composto in coppette singole e guarnite con filetti sottili di pesche sgocciolate e asciugate dal loro liquido di conserva e alcune nocciole intere o sminuzzate grossolanamente.

Repost 0
Published by VolaPoesia - in Dolci
scrivi un commento
21 marzo 2010 7 21 /03 /marzo /2010 15:07

di Ninnj Di Stefano Busà

INGREDIENTI: 350 gr. di farina bianca per dolci, 200 gr. di zucchero, 50 gr. di burro, la buccia grattugiata del limone, 1 cucchiaio di miele, 3 uova più un tuorlo, 1 tazza di latte, 1 bustina di lievito per dolci, un pizzico di cannella in polvere, 1 fialetta di vanillina, 100 gr. di mandorle tostate, 2 cucchiai di zucchero a velo, sale

Mettete nel mixer: lo zucchero, il miele, le uova, il latte, la fialetta di vaniglia, il pizzico di sale, la cannella. Frullate finché non sia diventato un composto spumoso e omogeneo. Versate il composto in una terrina, aggiungete la farina setacciata insieme al lievito (setacciarla è consigliabile perché l'aria incamerata la fa meglio lievitare). Aggiungete le mandorle pestate grossolanamente e amalgamatele all'impasto. Versate tutto in uno stampo col fondo sganciabile imburrato e infarinato e riponete in forno preriscaldato a 180 per 20  minuti. Sfornate la torta, fatela raffreddare, spolverizzatela di zucchero a velo e servite con una Malvasia Vigna del Volta.

Repost 0
Published by VolaPoesia - in Dolci
scrivi un commento
21 marzo 2010 7 21 /03 /marzo /2010 14:45

di Ninnj Di Stefano Busà

INGREDIENTI: 6 banane sode e mature, il succo di un limone, 2 arance, 50 gr. di burro, mezzo bicchierino di Brandy, 2 cucchiai di zucchero, 1 bustina di vanillina, mezzo cucchiaino di cannella in polvere, 1 bomboletta di panna montata (pronta), ciliegine candite o cedri per guarnire.

Sbucciate le banane, mettetele in immersione per 5 minuti nel succo di limone perché non anneriscano. Intanto, fate fondere il burro in una larga padella antiaderente, unite lo zucchero, tutto  il succo e una grattatina abbondante delle arance spremute, mescolate e fate scioglire gli ingredienti, aggiungendo  per ultimo il succo di limone in cui erano immerse le banane e la bustina di vanillina. Mescolate bene e trasferite delicatamente le banane nella padella, con cautela, senza romperle, fatele dorare qualche minuto, irrorandole spesso col loro fondo di cottura. Togliete dal fuoco, spruzzate sopra il Brandy e fiammeggiate. Servitele coperte di ciuffetti di panna montata su tutta la lunghezza, guarnendole con frutta candita o cubetti di cedro tagliuzzati. Spolverizzate di cannella in superficie.

Repost 0
Published by VolaPoesia - in Dolci
scrivi un commento
20 marzo 2010 6 20 /03 /marzo /2010 16:39

di Ninnj Di Stefano Busà

INGREDIENTI: 600 gr. di fesa di tacchino tagliata a fettine sottili, 6 cipolle rosse di Tropea, 1 bicchiere di Alchermes, 50 gr. di burro, alcuni ciuffi di prezzemolo, cerfoglio e maggiorana, alcuni fili di erba cipollina, olio extravergine di oliva, sale e pepe.

Mettete in una padella antiaderente con 4 cucchiai d'olio e il burro la cipolla affettata sottile. Quando è morbida aggiungete un goccio di Alchermes e fatelo evaporare. Coprite e fate cuocere la cipollata per 20 minuti o più, comunque, tanto finché appaia disfatta. Aggiungendo, se necessario di tanto in tanto un po' d'acqua. Togliete dal fuoco e tenete da parte. Nella stessa padella con il burro fate rosolare le piccatine di tacchino da ambo le parti, salatele. Versate nella stessa padella la salsa di cipolle, tutte le erbe tagliuzzate fini e servite caldo con un vino di razza: il Matino delle Murge Salentine rosato.

Repost 0
Published by VolaPoesia - in Secondi di carne
scrivi un commento
20 marzo 2010 6 20 /03 /marzo /2010 15:35

di Ninnj Di Stefano Busà

LE LOFOTEN SONO DELLE MAGNIFICHE E SPLENDIDE ISOLE DA ME VISITATE SVARIATI ANNI ADDIETRO. LI', IL RITMO BIOLOGICO SEMBRA ALLENTARSI; LE TRADIZIONI MILLENARIE HANNO L'ASSOLUTA NATURALEZZA DELLE STAGIONI, LO SCORRERE LENTO E INCONTAMINATO DEL TEMPO CHE SOLO IN NORVEGIA HO AVVERTITO.
VE NE DO' VOLENTIERI LA RICETTA CHE PORTA IN SE' LA COMBINAZIONE VINCENTE DI UN PIATTO UNICO E IRRIPETIBILE.

INGREDIENTI x 6: 500 gr. di polpa di pescatrice pulita, 4 tranci di pesce spada di circa 100 gr. ciascuno, 400 gr. di salmone fresco in un solo pezzo, 300 gr. di vongole, 2 spicchi d'aglio, 2 cipolle, 4 patate, 500 gr. di pomodori maturi, 1 bicchiere di Grappa, mezzo mazzetto di prezzemolo, 200 gr. di olive nere snocciolate, il succo di un limone, 2 limoni interi (per guarnizione), olio extravergne di oliva, sale e pepe.

Pulite, asciugate tutti i tipi di pesce, tagliateli a tocchi come per qualsiasi spezzatino. Lavate e pulite le vongole, fatele aprire in una larga padella con un goccio d'olio e qualche spicchio d'aglio. Mettete a soffriggere in un tegane con abbondante olio le cipolle e l'aglio affettati finissimi, le patate sbucciate e tagliate a tocchetti piccoli, le vongole sgusciate. Fate cuocere per 10 minuti e unite tutto il pesce appena appena infarinato. Amalgamatelo al soffritto perché si possa insaporire. Aggiustate di sale e pepe. Irrorate con la Grappa e lasciate evaporare. Fate cuocere a fiamma bassa per 20 minuti, aggiungendo (se necessario) un goccetto d'acqua durante la cottura. Negli ultimi minuti prima di toglierlo dal fuoco, cospargete con un trito abbondante ma finissimo di prezzemolo, unite le olive tagliuzzate e incorporate il succo di limone. Amalgamate bene tutti gli ingredienti e trasferite questo prelibato spezzatino di pesce in un vassoio da portata. Servitelo caldo con una guarnizione di fettine di limone tutt'intorno. Vino apprezzabile un Nuragus Sardo, forte e corposo.

Repost 0
Published by VolaPoesia - in Secondi di pesce
scrivi un commento